PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELL’IMMOBILE CINEMA TEATRO G.FUSCO

PIANTA PIANO TERRA

SEZIONI

Descrizione dell'intervento

Gli interventi architettonici previsti nel presente progetto esecutivo sono stati individuati – di concerto con la Stazione Appaltante – anche a seguito delle sopravvenute circostanze impreviste ed imprevedibili verificatesi nel corso dell’esecuzione delle indagini strutturali, geognostiche, fonometriche ed archeologiche. Inoltre, le soluzioni architettoniche descritte nella relazione specialistica di dettaglio e graficizzate all’interno degli elaborati grafici sostanzianti il Progetto Esecutivo, sono state individuate anche in considerazione delle
variazioni che la Stazione Appaltante ha comunicato di volere apportare al “quadro esigenziale” associato alla migliore fruizione dell’immobile (in estrema sintesi: connotare l’edificio, originariamente individuato come “Cinema-Teatro”, in “Teatro-Cinema”).
Scopo certamente non secondario degli interventi previsti in progetto è quello di ristrutturare e valorizzare l’immobile del Teatro Fusco, un patrimonio del territorio tarantino di proprietà dell’Amministrazione comunale di Taranto, e renderlo un vero e proprio “polo culturale della città” destinato, principalmente, ad ospitare le più importanti rappresentazioni teatrali, pur conservando la possibilità di utilizzarlo anche come cinema; in particolare: riorganizzare funzionalmente e tipologicamente gli spazi; ovvero:

  • il sistema foyer-platea-palcoscenico-camerini al piano terreno, garantendo, anche attraverso la realizzazione di un nuovo sistema di rampe, l’accesso da parte delle persone con ridotta capacità motoria;
  • la zona palcoscenico, aumentandone la superficie utile attraverso l’eliminazione dei camerini e delle scale (presenti nella parte terminale del palco) e la realizzazione di un proscenio fisso dotato di scale laterali per l’accesso diretto allo stesso proscenio ed al palco;
  • gli spazi di servizio (camerini e servizi) destinati agli artisti ed al personale tecnico e di supporto;
  • gli ambienti voltati posti al lato dell’edificio principale destinati ad ospitare principalmente delle attività culturali (sala incontri, caffè letterario, ecc.).

Inoltre:

  • individuare materiali e soluzioni tecniche capaci di garantire un incremento delle prestazioni acustiche della interna sala (controsoffitto e rivestimento delle pareti verticali in MDF); ciò anche in considerazione della funzione principale di Teatro che la Stazione Appaltante ha voluto dare all’edificio;
  • potenziare la dotazione di servizi di conforto, prevedendo specifiche unità attrezzate per le persone diversamente abili;
  • riqualificare, ai fini energetici, il sistema edificio-impianti;
  • potenziare il sistema dei rivestimenti verticali della sala, del palco e del controsoffitto, per l’incremento delle prestazioni acustiche all’interno della sala, limitando contestualmente l’impatto acustico verso l’esterno ed effetti nocivi alla salute dei lavoratori impegnati nella struttura.

L’ allestimento della sala previsto in progetto è composto da:

  • n.2 tende di sala per porte ingresso galleria 1,2×3,6 m complete di n.2 mantovana/guida di scorrimento
    per tende di sala con con frangia 10 cm;
  •  n.1 tenda per fondo platea divisa per creare i due ingressi in direzione dei corridoi, con due strati interni di pvc ed uno di CAB SOUND ABSORBER mt 7.50x3h, complete di n.2 Mantovana/guide di scorrimento per tenda fondo sala con frangia 10 cm;
  •  n.3 Tende di sala ad assorbimento acustico per uscite di sicurezza mt 1.20×2.10h.
  •  n. 474 poltrone in tessuto di cui n. 414 poltrone fisse e 60 poltrone smontabili, così distribuite:
  •  PLATEA: Installazione di n. 240 poltrone fisse e n. 60 poltrone smontabili
  • GRADINATA: Installazione di n. 136 poltrone fisse
  •  1° LOGGIA: Installazione di n. 14 poltrone fiss
  • 2° LOGGIA: Installazione di n. 10 poltrone fisse
  • 3° LOGGIA: Installazione di n. 14 poltrone fisse.

Per l’allestimento del palcoscenico è prevista la fornitura e posa in opera di:

  •  n.1 Sipario in velluto a trama incrociata ricchezza 100% dimensioni m 14x7h;
  •  n.1 strada del sipario e apertura motorizzata con binario motorizzato per il sipario;
  • n.1 arlecchino con velluto come sipario dimensioni m 12x3h;
  • fondale confezionato in corpo unico delle dim. 14×6 (h) m;
  • 2000 m di tiri manuali composti da funi di canapa misto juta diametro 8 mm, stangoni in tubolare in alluminio, diam. 50 mm, e n.6 da 2 m;
  •  n.2 giunti per realizzare stangoni oltre i 6,5 m;
  • sistema a rocchettiera per 50 m di tubolare di acciaio leggero smaltato nero opaco con supporti per rocchette e attacchi;
  • n.2 mantegni da 4 m in tubolare in alluminio, diam. 50 mm, colore Nero opaco.
  • n.1 schermo delle dimensioni di 820×620 cm.
  • n.1 proiettore cinematografico.

Gli arredi dei camerini comprendono:

  •  sedie con seduta e schienale ergonomico in materiale lavabile ed ignifugo
  •  tavoli trucco con dimensioni minime di. 200×50 cm H: 72 cm;
  •  specchi di dimensioni cm 200×60 e spessore minimo di mm. 4, con cornice in legno duro;
  • appendiabiti da appoggio;
  • lavabo in ceramica.

Per quanto concerne l’impianto di proiezione cinematografica, il progetto esecutivo prevede l’utilizzo della tecnologia della retroproiezione.
Il sistema di diffusione sonora è stato configurato in modo da consentire un facile ed affidabile supporto all’attività che si svolgerà nella struttura.
Nel dimensionamento dell’impianto si è tenuto conto del tipo di attività che si svolge nella sala: pertanto, nelle
scelte progettuali si è optato per soluzioni che privilegiano l’ascolto confortevole della parola e della musica intesa come “colonna sonora” di conferenze o presentazioni ma anche e soprattutto di videoproiezioni. La pressione sonora e lo spettro di frequenze riprodotte saranno equilibrati.
L’impianto audio sarà composto da un sistema line array a 10 unità, subwoofer (n. 4 unità), radiomicrofoni, mixer, ecc.

RENDERING

RENDERING

RENDERING AREA ARCHEOLOGICA

Luogo:  Taranto

Attività svolta:
– Progettazione Esecutiva