RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE – PROGETTO ESECUTIVO DI VALORIZZAZIONE DEL MUSEO DIOCESANO DI ARTE SACRA DI TARANTO

CORTILE INTERNO

PIANTA PIANO INTERRATO

PIANTA PIANO TERRA

PROSPETTI

Descrizione dell'intervento

Il Museo Diocesano costituisce un centro di promozione culturale che si pone al servizio della Diocesi nella sua totalità.
L’allestimento del Museo Diocesano è stato progettato ed attuato secondo criteri specifici: rispecchiare per quanto possibile i caratteri propri di un ambiente idealmente associato alla Chiesa d’origine; mantenendo vivo il legame dell’opera con i suo contesto.
Le opere di completamento e valorizzazione, sviluppate nell’intervento, permettono all’edificio stesso di raggiungere pienamente e compiutamente quei
livelli di completezza sia estetico-formale sia fruitivi anche in considerazione delle caratteristiche di pregio storiche.
Il progetto ha previsto, in particolare :
– Il completamento degli interventi già avviati in precedenti appalti all’interno dei locali ipogei dell’edificio al fine di utilizzare gli stessi ambienti come depositi dei reperti del Museo;
– L’eliminazione delle infiltrazioni di acque meteoriche mediante la realizzazione
di boccetta in emulsione bituminosa impermeabilizzante lungo il giunto di attacco tra parete verticale e marcapiano (al piano secondo) e pavimentazione stradale;
– L’installazione di cancelletti metallici in corrispondenza delle scale presente
nel cortile che danno accesso ai citati locali ipogei;
– L’installazione di ringhiere sul terrazzo di copertura in corrispondenza dei tratti che presentano un parametro in muratura di altezza inadeguata a garantire a i livelli di sicurezza minimi;
– L’installazione di porte di sicurezza in corrispondenza degli accessi ai vani
ipogei destinati a laboratorio;
– La realizzazione di tramezzatura divisoria all’interno del locale bar al fine di
creare un deposito a servizio del Laboratorio;
– L’esecuzione di interventi finalizzati all’eliminazione dell’umidità presente
sul paramento murario del cortile interno (lato Nord);
– L’installazione di un sistema di protezione (dal vento e dalla pioggia) delle porte vetrate di accesso al cortile interno mediante pensilina autoportante con struttura in acciaio zincato verniciato e lastra unica in materiale plastico trasparente, canaletta di drenaggio.
Il restauro delle opere sarà effettuato all’interno dello stesso MuDi per un duplice motivo: – – sia per far sì che le opere non subiscano stress o alterazioni a causa degli spostamenti – – sia perché il restauro in loco può sicuramente diventare un’ottima occasione formativa nei confronti degli utenti.

Committente:   Arcidiocesi di Taranto
Luogo:  Taranto

Attività svolta:
– Progettazione  Esecutiva
– Direzione Lavori
– Coordinamento della Sicurezza in fase di esecuzione.