Lavori di sistemazione di Viale Magna Grecia – 1° LOTTO FUNZIONALE – TRATTO COMPRESO TRA VIALE VIRGILIO E VIA VENETO

VISTA ASSONOMETRICA

VISTA ASSONOMETRICA

Descrizione dell'intervento

Il progetto ha previsto  la riconfigurazione del tratto di Viale Magna Grecia compreso tra l’incrocio con Viale Virgilio (chilometrica 0+000) all’incrocio con Via Veneto (chilometrica 0+796,42), con l’inserimento di una pista ciclabile in sede propria sul marciapiede centrale per tutto il tratto sopracitato (chilometrica 0+796,42). Parte della tratta è interessata anche da lavori di rifacimento dei marciapiedi laterali all’asse viario, dell’illuminazione pubblica e della sede stradale.
La realizzazione dell’intervento ha compreso le seguenti lavorazioni:
– opere stradali;
– opere per pista ciclabile e corsia pedonale;
– opere per marciapiedi, rampe, attraversamenti pedonali e segnaletica;
– arredo urbano;
– intervento agronomico;
– intervento di pubblica illuminazione;
– intervento di adeguamento della rete di fogna bianca.
OPERE STRADALI

E’ stata effettuata la fresatura del manto stradale esistente per il tratto compreso tra Viale Jonio e Corso Italia, la sistemazione a quota di progetto dei pozzetti esistenti e la posa in opera di nuovi binder e tappetino d’usura.

OPERE PER PISTA CICLABILE E CORSIA PEDONALE
E’ stato previsto il rifacimento dell’area spartitraffico centrale e la riconfigurazione funzionale dello stesso. In particolare gli spazi interni saranno così impegnati:-

  • una pista ciclabile bidirezionale, di larghezza generalmente pari a 2.50 m;
  •  una corsia pedonale di larghezza pari a 1.50 m, salvo limitate riduzioni a 0.90m.
    Si ritiene significativo evidenziare che la scelta così operata (una pista ciclabile bidirezionale, di larghezza pari a 2.50 m affiancata da una corsia pedonale di larghezza pari a 1.50 m) impegna, per essere realizzata, una larghezza complessiva di 4.00 m, che risulta compatibile con la condizione dei luoghi rilevata e, in particolare, con la distanza misurata tra le tangenti interne ai fusti delle alberature esistenti, mediamente pari a 4.00 m.
    Per la realizzazione della pista ciclabile e del percorso pedonale sono stati previsti i seguenti interventi:
  • demolizione dell’attuale marciapiede centrale;
    – posa in opera di uno strato di fondazione, dello spessore medio di circa 22 cm, partendo dalla quota dello spartitraffico raggiunta a seguito delle operazioni di svellimento della
    pavimentazione esistente e, quindi, senza ulteriori lavori di scavo.
    Successivamente per la pista ciclabile:
    – posa in opera di strato di collegamento (binder) dello spessore di 5 cm;
    – realizzazione di tappetino d’usura dello spessore di 3 cm costituito da conglomerato bituminoso colorato in pasta di colore rosso.
    Per la corsia pedonale
    – messa in opera di pavimentazione in masselli autobloccanti fotocatalitici dello spessore di 6 cm posati su letto di sabbia.
    Per la delimitazione della sede della pista ciclabile, del marciapiede contiguo e delle aiuole saranno posti in opera dei cordoli in calcestruzzo vibrocompresso delle dimensioni 25×15 cm; la posa in opera degli stessi avverrà ponendo il lato lungo del cordolo (25 cm) parallelamente.

OPERE PER MARCIAPIEDI, RAMPE, ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E SEGNALETICA

Il progetto esecutivo ha previsto:

  • il rifacimento dei marciapiedi laterali mediante la posa in opera di nuova pavimentazione costituita da basole in cemento di colore ambra e giallo delle dimensioni di 31,5 x 21 x 6 cm. La realizzazione di rampe per diversabili in masselli cementizi autobloccanti fotocatalitici del tipo “mattoncino” color giallo (dimensioni 21×10,5×6 cm) sui marciapiedi interessati dal rifacimento; in corrispondenza delle rampe degli attraversamenti pedonali rialzati saranno realizzati opportuni percorsi tattili per ipovedenti in masselli autobloccanti di cls di colore giallo.
  • la realizzazione di rampe per diversabili in corrispondenza della pista ciclabile; per questi ultimi, i passaggi pedonali saranno protetti da opportuni archetti parapedonali e marker stradali a LED fotovoltaici.
  • la realizzazione di segnaletica orizzontale e verticale nel rispetto del D.lgs. n°285 del
    30/04/1992, Codice della strada
  • la realizzazione della prosecuzione della pista ciclabile sui marciapiedi laterali, in prossimità della rotatoria di Corso Italia, mediante la posa in opera di uno strato di misto di cava stabilizzato dello spessore di 8 cm e uno strato di asfalto colato, dello spessore di 2 cm, con strato finale di pitturazione rossa;
  • la realizzazione di passaggi pedonali da inserire nelle aiuole dello spartitraffico centrale costituiti
    da pavimentazione drenante del tipo “garden block”; tali passaggi pedonali saranno realizzati con un gradino centrale che consentirà ai pedoni di poter raggiungere, in tutta sicurezza, la “quota finita” del marciapiede;
  •  la realizzazione di due nuovi attraversamenti pedonali rialzati in asfalto colorato in
    corrispondenza dell’incrocio tra viale Jonio e viale Magna Grecia (chilometrica 0) e
    l’allargamento degli attraversamenti pedonali rialzati esistenti ricadenti nell’area oggetto
    d’intervento;

ARREDO URBANO
Per incrementare l’utilità della pista ciclabile in corrispondenza delle testate degli isolati sono state collocate delle aree attrezzate che permettono agli utenti della pista ciclabile di sostare in piena sicurezza lontano dal traffico veicolare.
In tali aree si prevede l’installazione di arredo urbano: panchine, cestini portarifiuti, rastrelliere e fontanella in ghisa dotata di bacinella bassa a servizio dei cani.

INTERVENTO AGRONOMICO
L’intervento agronomico ha previsto:
– lo svellimento delle piante affette da fisiopatie o con deviazione del tronco rispetto alla
verticale; tali piante sono a rischio di schianto e non recuperabili con interventi fitoiatrici (13 piante);
– lo svellimento di 59 piante del genere Ficus: per alcune di esse, opportunatamente segnalate dai tecnici agronomi, è previsto il trapianto in aree opportune (limitrofe a quella di intervento), nella misura compatibile con le dimensioni dello spazio disponibile;
– svellimento e/o trapianto, quando possibile, delle piante che interferiscono con il tracciato della pista e dei manufatti;
– svellimento e/o trapianto nell’ambito di intervento di 3 piante di Tiglio e 1 pianta di Platano;
– piantumazione di nuove alberature del genere Platanus (tale alberatura risulta essere quella che ha determinato, nella condizione attuale, condizioni minime di criticità);
– posa in opera di barriera antiradice per tutte le nuove alberature previste in progetto e per gli alberi da espiantare e reimpiantare sia all’interno dell’ambito di intervento, sia in altro sito;
– piantumazione di aiuole perimetrali allo spartitraffico centrale costituite da siepi del tipo
myrtus communis. Nella messa a dimora delle essenze in parola si creeranno dei “vuoti” tra le varie siepi al fine di evitare il mascheramento totale della pista ciclabile e del marciapiede e, quindi, migliorare le condizioni di sicurezza dei ciclisti e dei pedoni.

INTERVENTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE
L’intervento ha previsto la realizzazione di impianto di pubblica illuminazione come di seguito articolato:
– in corrispondenza dello spartitraffico centrale (dove ha sede la pista ciclabile) si prevede
l’installazione di corpi illuminanti in alluminio pressofuso con lampade a led da 57W montati su palo in acciaio dell’altezza di 4 m;
– in corrispondenza dei marciapiedi laterali a servizio delle carreggiate si prevede l’installazione di armature stradali con lampade a led da 225W montate su palo di design per arredo urbano dell’altezza di 11 m.
Al fine di contenere i consumi energetici si è previsto di dotare l’impianto di pubblica illuminazione in progetto di regolatore di flusso luminoso.

PIANTA SEGNALETICA

RENDERING ILLUMINOTECNICI

RILIEVO FOTOGRAFICO DELL'INTERVENTO

Committente:   Comune di Taranto
Luogo:  Taranto

Attività svolta:
– Progettazione Esecutiva