Opere di modellazione e trattamento naturalistico connesse alla movimentazione delle terre da scavo

Descrizione dell'intervento

L’intervento costituisce la fase finale di una complessiva ed articola attività, che prevede l’esecuzione, nelle aree destinate a costituire recapito finale delle terre e rocce da scavo, delle seguenti azioni:
• predisposizione delle aree destinate a ricevere le terre provenienti da scavo;
• caratterizzazione delle terre da scavo, ed eventuale trattamento, per renderle idonee a ricevere i successivi interventi di compatibilizzazione;
• configurazione plano-altimetrica dei rilevati da formare con le terre da scavo;
• attuazione, sui rilevati così formati ed in particolare nell’area esterna allo stabilimento, di interventi silvicolturali, compatibili con la macchia mediterranea, che prevederà lo svolgimento di un’attività di messa a dimora di piante autoctone la quale, oltre a costituire copertura vegetazionale, svolgerà la ulteriore ed integrativa funzione di costituzione di un vivaio, cui potranno attingere la stessa Raffineria (per la gestione delle sistemazioni a verde nelle proprie aree produttive) e gli Enti pubblici limitrofi (per la manutenzione del proprio verde urbano); l’area interna allo stabilimento verrà coperta con manto erboso, invece che con vegetazione arbustiva della macchia mediterranea, per motivi concernenti la sicurezza, ed in particolare quella antincendio, che deve essere garantita, nel rispetto della normativa vigente, a tutte le attività che si svolgono all’interno dello stabilimento;
• utilizzazione, per accelerare l’attecchimento e lo sviluppo della macchia mediterranea, di tecniche innovative di idrosemina, il cui impiego consente di ottenere, in tempi contenuti, coperture vegetazionali formate a partire da semi di piante presenti nelle aree contermini a quelle da rinverdire, per garantire la continuità ed omogeneità genetica delle specie vegetali. Tali interventi si propongono di confermare e ribadire la compatibilità della definitiva sistemazione delle aree con il “paesaggio verde” circostante, ed in particolare con le parti di esso che, tuttora non interessate da interventi antropici, conservano sostanzialmente, nella propria copertura vegetale, la originaria connotazione; a tal fine, il progetto prevede, dopo la riconfigurazione plano-altimetrica delle aree destinate a costituire recapito finale alle terre e rocce provenienti dalle attività di scavo, la messa a dimora di essenze vegetali ed arboree autoctone tipiche della macchia mediterranea.

Specifiche lavoro

Cliente:   A.M.I.U. SpA Azienda Multiservizi e Igiene Urbana Taranto
Luogo:   Taranto
Area: xxx
Data fine lavoro:   2014

Attività svolta:
– Progettazione esecutiva